Un medio metraggio realizzato per sensibilizzare gli utenti sul tema della donazione degli organi e del sangue questo è l’obiettivo primario del “film” che è in corso di realizzazione e che, presto, sarà visibile a tutti.

IL NOSTRO LAVORO È FARE FILM. Sappiamo che alcune immagini hanno colpito la pancia della collettività e cambiato il corso degli eventi: pensiamo a piazza Tienanmen, alla caduta del muro di Berlino o al più recente bambino siriano esanime sulla spiaggia. le immagini sono il mezzo più potente per dare emozioni.

Ed è per questo che abbiamo deciso di affrontare il tema della DONAZIONE di organi, realizzando un film.

Le nuove generazioni sono il futuro della nostra società. Per avvicinarci a loro, il linguaggio cinematografico, è sicuramente, quello più adatto.
Il nostro primo intento, però, non è informare o dare spiegazioni, ma emozionare.
I personaggi della nostra storia hanno sentimenti forti, semplici, e a volte, scomodi. Per restituire l’urgenza di questa realtà il nostro film non ha lieto fine e non si affida ai buoni sentimenti.

Siamo convinti che, andando a toccare le giuste corde emotive, possiamo creare domande vere, calare lo spettatore in situazioni che riconosce come vicine a se e non di “altri”.
Un ulteriore strumento per abbattere il muro dell’indifferenza.”

Il progetto, nato alcuni anni fa, ha visto l’adesione di alcune delle più importanti associazioni Piemontesi operanti nel settore (tra cui AIDO e Fidas ADSP) ed è totalmente realizzato tramite il crowdfunding.

Invitiamo, dunque, tutti voi a contribuire al sostegno del progetto visitando anche il sito internet (con tutte le informazioni dettagliate) www.ilmaresiritira.it/