Le piastrine sono gli elementi più piccoli presenti nel sangue e hanno una funzione importante nella coagulazione del sangue.

La piastrinoaferesi si svolge con le medesime modalità della plasmaferesi, con l’unica differenza che alla fine del processo di aferesi si otterrà una sacca di piastrine.

Questo tipo di donazione, della durata di circa un’ora e mezza, richiede l’utilizzo delle piastrine entro 5 giorni dal prelievo per la terapia di alcune gravi malattie come per esempio le leucemie, per i pazienti oncologici in chemioterapia e come supporto fondamentale nei trapianti di midollo osseo.

Questa donazione viene normalmente richiesta dal medico trasfusionista a donatori con caratteristiche adatte.

Per eseguire queste particolari donazioni occorrono speciali apparecchiature, chiamate separatori cellulari.
La durata della procedura di raccolta delle piastrine varia da 60 a 75 min. La variabilità̀ nella tempistica dipende dal tipo di separatore utilizzato, dalla tipologia di raccolta che si vuole effettuare e dalle dimensioni degli accessi venosi.
Per impedire che il sangue coaguli, viene utilizzato un liquido anticoagulante (ACD) che, in alcuni casi, potrebbe causare un lieve formicolio alle labbra. Qualora venisse avvertito questo disturbo, è sufficiente avvisare il personale sanitario che, con opportuni accorgimenti, potrà̀ intervenire tempestivamente nella risoluzione della complicanza.
La quantità̀ dell’emocomponente (piastrine) raccolto è molto ridotta rispetto alla quantità̀ posseduta dal donatore. L’emocomponente rimosso viene ricostituito completamente nell’arco di qualche giorno.
Per donare le piastrine occorre prenotarsi presso la Segreteria della nostra Unità di Raccolta e recarsi alla Banca del Sangue del Presidio Molinette dell’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza.

I requisiti necessari per donare piastrine sono, oltre a quelli previsti dal DM 03.03.05 per l’idoneità̀ al sangue intero, i seguenti:

  • gruppo sanguigno O pos o neg;
  • numero di piastrine circolanti generalmente maggiore di 180.000 x 103 µl;
  • valori di emoglobina pari a 11,5 g/dl per le donne e 12,5 g/dl per i maschi;
  • peso superiore a 60 Kg;
  • età̀ compresa tra 18 e 60 anni (non oltre)
  • non assumere farmaci antiipertensivi;
  • non aver assunto farmaci antiinfiammatori una settimana prima della donazione.

Non si possono eseguire di norma più̀ di 6 piastrinoaferesi l’anno.

L’intervallo minimo consentito tra due piastrinoaferesi e tra una piastrinoaferesi e una donazione di sangue intero è di 30 giorni, mentre tra una donazione di sangue intero e una piastrinoaferesi è di un mese. Le piastrine raccolte verranno utilizzate entro 5 giorni dal prelievo per la terapia di gravi malattie oncoematologiche e/o in pazienti sottoposti a trapianto di midollo osseo.

I possibili effetti indesiderati, conseguenti a tutte le procedure di prelievo, sono comunque poco frequenti e di lieve entità, come ad esempio:

  • ematoma in sede di venipuntura
  • flebiti e tromboflebiti
  • reazioni allergiche
  • fenomeni infettivi locali
  • reazioni vaso-vagali, abbassamento di pressione, senso di calore, sudorazioni profuse, nausea e vomito, perdita di coscienza che, in rarissimi casi, possono arrivare allo scatenamento di reazioni tonico-cloniche e incontinenza degli sfinteri.

Per informazioni e prenotazioni

Segreteria UdR – telefono: 011 6634225 – dal lunedì al giovedì 8.00/13.00 – 14.00/16.30, venerdì 8.00/15.30 e-mail: udrsegreteria@fidasadsp.it
Per informazioni sanitarie: medico@fidasadsp.it
Dove recarsi per donare le piastrine

Banca del Sangue dell’Ospedale Molinette – Corso Bramante 88/90 (ingresso principale).

Per ulteriori informazioni consultare il sito “Città della Salute e della Scienza di Torino” (“COME ARRIVARE ALL’OSPEDALE MOLINETTE” e “Informazioni sulle modalità di parcheggio”). Dopo il primo accesso alla Banca del Sangue quest’ultima, a richiesta del donatore di piastrine, potrà rilasciare un permesso che vi autorizzerà a parcheggiare la volta successiva all’interno dell’Osp. Molinette.