Dal 29/11/2021 è attivo il nuovo portale referti raggiungibile all'indirizzo: referti.fidasadsp.it
A causa di questo passaggio in questi giorni potrebbero esserci alcuni disservizi. Ci scusiamo per l'eventuale disguido.

NUOVAMENTE IN VIGORE LA DONAZIONE DIFFERITA

In considerazione dell’alta affluenza di donatori, si ritiene opportuno reintrodurre con effetto immediato la pratica della donazione differita.

#CONTINUATEADONARE

Ricordiamo che in questo particolare periodo, è necessario prenotare sia la donazione (di sangue o di plasma) sia la differita (prima visita per acquisire idoneità e diventare donatori) in modo da poter garantire un ordinato afflusso di persone, e permettere agli operatori e volontari di lavorare in condizioni migliori, e con il rispetto delle regole attuali.

La prenotazione permetterà, inoltre, una raccolta programmata, che ci consentirà di avere scorte stabili, al fine di garantire terapie costanti e adeguate, e di superare l’emergenza legata al coronavirus senza altri momenti di crisi.

 

 

CORONAVIRUS: LA DONAZIONE CONTINUA AD ESSERE UN GESTO DI GRANDE RESPONSABILITÀ

Al fine di evitare la diffusione dell’infezione da Sars-CoV-2, sono state emanate nuove disposizioni con una natura solo precauzionale, non essendoci casi documentati di trasmissione trasfusionale del virus. Le stesse misure tengono anche conto dei provvedimenti, presi a livello nazionale, finalizzati all’individuazione dei soggetti a rischio e applicano ai medesimi, urgenti misure di contenimento.

Tenuto conto che le attività sanitarie di donazione e raccolta del sangue e degli emocomponenti sono livelli essenziali di assistenza (art. 5, legge 219/2005) che garantiscono la continuità del supporto trasfusionale a oltre 1.800 pazienti al giorno sul territorio nazionale, chiunque vorrà candidarsi come donatore, dovrà seguire, nel prossimo periodo, tre fasi.

Fase 1: Contatto telefonico.
L’accesso da parte dei donatori presso i locali ove poter effettuare la donazione è consentito successivamente alla preferibile chiamata-convocazione programmata al fine di regolare il numero di accessi e di evitare l’aggregazione presso i locali di attesa, mantenendo la distanza di sicurezza interpersonale (almeno 1 metro).
La chiamata-donazione è inoltre uno strumento utile al fine di applicare un triage preliminare del donatore in occasione del contatto telefonico come da indicazioni di cui all’algoritmo visibile cliccando qui.
Qualora il pre-triage dovesse avere buon esito, il donatore riceverà un appuntamento per potersi recare presso la sede di raccolta di riferimento.

Per la sede di raccolta di  Torino (Via Michele Ponza 2) la prenotazione è obbligatoria e i numeri di riferimento sono:

? Segreteria Unità di Raccolta (UDR)
Tel. 011 66.34.225 – 011 63.01.152
e-mail: udrsegreteria@fidasadsp.it
(nella mail indicare: nome, cognome, data di nascita e data disponibilità ed un recapito telefonico)
 
? Segreteria Amministrativa
Tel. 011 53.11.66

Per le donazioni presso le sedi comunali i donatori sono invitati a contattare i referenti dei gruppi, i contatti sono a vostra disposizione sul sito www.fidasadsp.it all’azione AREA GRUPPI o DOVE DONARE

Fase 2: presso le Unità di raccolta.
Presso l’unità di raccolta il donatore verrà sottoposto ad alcuni semplici processi di triage nella fase di accoglienza. Fasi che comprendono la misurazione estemporanea della temperatura corporea. L’attivazione del triage è finalizzata ad evitare la possibile diffusione del virus nei locali di attesa attuando una pre-selezione dei donatori. Se la temperatua corporea sarà superiore ai 37,5°C, il donatore sarà temporaneamente rinviato, ancor prima di accedere all’area all’interno della quale possono esser presenti altri donatori.

Fase 3: dopo la donazione.
Se il donatore dovesse presentare sintomi compatibili con infezione da SARS-CoV-2 oppure ricevere diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 nei 14 giorni successivi alla donazione, sarà opportuno informare l’unità di raccolta di riferimento.

Queste tre semplici fasi sono volte a preservare la sicurezza dei luoghi dedicati alla donazione e la salute dei donatori stessi: semplici misure precauzionali, che rendono la donazione un gesto sicuro, che non arreca alcun rischio per la salute del donatore.

Al contempo le Associazioni FIDAS sono preparate per fornire ai donatori, in fase di convocazione, adeguata informazione, anche al fine di evitare gli accessi alla donazione in presenza di sintomi associabili a infezioni respiratorie, ivi compresa l’infezione da SARS-CoV-2. Operatori sanitari e volontari sono formati al fine di aiutare a contenere la diffusione del virus anche attraverso la selezione dei donatori e l’utilizzo di igienizzanti.

Infine, ricordiamo a tutti i donatori che ai sensi del Decreto Ministeriale del 02 novembre 2015  è prevista la sospensione di 2 settimane in caso di affezioni di tipo influenzale (raffreddore, mal di gola ecc.), circostanza alla quale in questo periodo storico occorre porre particolare attenzione, evitando quindi di presentarsi presso il centro trasfusionale.

Ulteriori raccomandazioni e informazioni sono presenti negli allegati:

 

Grazie

Fidas ADSP

+++ CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTO ATTIVITÀ DI RACCOLTA del 26-02-2020+++

A seguito della comunicazione pervenuta dal Centro Nazionale Sangue in data 25/02/2020 e contenente tutte le misure di prevenzione della trasmissione dell’infezione da nuovo Coronavirus, si ricorda che l’attività di raccolta di sangue ed emocomponenti sul territorio piemontese, seppur con qualche criticità, procede regolarmente.

In questa fase è fondamentale PROSEGUIRE e GARANTIRE l’attività di raccolta in modo SICURO e RESPONSABILE.

Ad oggi non ci sono situazioni di carenza sangue tali da giustificare appelli straordinari alla donazione.

In questo momento è importante recarsi a donare per continuare a garantire la giusta quantità di sangue per il fabbisogno della collettività.

Inoltre, avvisiamo tutti i donatori che oltre ai requisiti di accesso alla donazione già previsti dal Decreto Ministeriale del 02 novembre 2015, si aggiunge:

  • la sospensione di 28 giorni dal rientro per i donatori che abbiano soggiornato nella Repubblica Popolare Cinese;

 

  • la sospensione di 28 giorni per quei donatori che sono transitati e/o hanno sostato dal 01 febbraio 2020 nei Comuni interessati dalle misure urgenti di contenimento del contagio (Allegato 1 al DPCM del 23 febbraio 2020). Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini. Regione Veneto: Vò).

 

Il personale sanitario è informato e preparato per affrontare questa situazione. Per ragioni di tutela della salute pubblica non escludiamo la possibilità di controlli più approfonditi in fase di colloquio con il medico.

Ricordiamo a tutti l’importanza di dire sempre la verità perché l’omissione di informazioni mediche potrebbe rappresentare un potenziale pericolo per tutti.

Si invitano infine tutti gli addetti ai lavori ad informarsi solo attraverso i canali ufficiali (Ministero della Salute, Centro Nazionale Sangue, Regione Piemonte, Fidas ADSP) e non considerare notizie provenienti da fonti non autorizzate.

Per eventuali dubbi e/o richieste sui criteri di sospensione la nostra Unità di Raccolta è a completa disposizione ai seguenti contatti:
Tel. 011 66.34.225 – 011 531166

 

Comunicato Fidas ADSP – Comunicato 02.2020 – Coronavirus_Aggiornamento attività di reccolta

Circolare del Centro Nazionale Sangue: del 25/02/2020 – > CNS 491_25 feb 2020

CORONAVIRUS, nuove misure di prevenzione dopo la trasmissione locale – (aggiornamento 25/02/2020)

25/02/2020 – Le misure per prevenire la diffusione del nuovo Coronavirus riguarderanno i donatori che hanno viaggiato in tutto il territorio cinese e che sono stati a contatto con soggetti con infezione documentata, nonchè chi è transitato nelle zone interessate in Italia.

Le misure sono state aggiornate in base alle indicazioni dell’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC). Si raccomanda quindi in via precauzionale (non ci sono evidenze di una trasmissione del virus per via trasfusionale) di:

  • rafforzare le misure di sorveglianza sui possibili casi importati attivando la sorveglianza anamnestica del donatore di sangue per viaggi nella Repubblica Popolare Cinese;
  • rafforzare le misure di sorveglianza sui possibili casi con anamnesi positiva per contatti con soggetti con documentata infezione da SARS-CoV-2;
  • applicare il criterio di sospensione temporanea di 28 giorni dal rientro per i donatori che abbiano soggiornato nella Repubblica Popolare Cinese;
  • applicare il criterio di sospensione temporanea di 28 giorni dopo la possibile esposizione al rischio di contagio per contatto con soggetti con infezione documentata da SARS-CoV-2;
  • applicare il criterio di sospensione temporanea di 28 giorni dei soggetti a rischio perché sono transitati ed hanno sostato dal 01 febbraio 2020 nei Comuni interessati dalle misure urgenti di contenimento del contagio (Allegato 1 al DPCM del 23 febbraio 20204). Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini. Regione Veneto: Vò);
  • applicare il criterio di sospensione temporanea di 28 giorni dalla risoluzione dei sintomi o dall’interruzione dell’eventuale terapia per i donatori con anamnesi positiva per infezione da SARS-CoV-2 (infezione documentata oppure comparsa di sintomatologia compatibile con infezione da SARS-CoV-2);
  • sensibilizzare i donatori ad informare il Servizio trasfusionale di riferimento in caso di comparsa di sintomi compatibili con infezione da SARS-CoV-2 oppure in caso di diagnosi d’infezione da SARS-CoV-2 nei 14 giorni successivi alla donazione (post donation information);
  • promuovere l’implementazione, presso i Servizi trasfusionali e le Unità di raccolta delle dipendenti reti di medicina trasfusionale, di semplici processi di triage nella fase di accoglienza dei donatori, comprendenti la misurazione estemporanea della temperatura corporea. L’attivazione del triage è finalizzata ad evitare la possibile diffusione del virus nei locali di attesa e a snellire le operazioni di selezione dei donatori. Si suggerisce il valore di 37,5°C della temperatura corporea come parametro di rinvio temporaneo del donatore;
  • invitare il personale operante presso i Servizi trasfusionali e le Unità di raccolta ad attenersi scrupolosamente a comportamenti finalizzati a prevenire la diffusione delle infezioni respiratorie, ivi compresa l’infezione da SARS-CoV-2.

 

Si raccomanda alle Associazioni e Federazioni dei donatori volontari di sangue di:

  • garantire, a tutto il personale operante presso le Unità di raccolta, la diffusione capillare e costante delle informazioni inerenti all’epidemiologia del SARS-CoV-2 e alle misure adottate per la prevenzione della trasmissione dello stesso mediante trasfusione di emocomponenti labili;
  • fornire ai donatori, in fase di convocazione, adeguata informazione, anche al fine di evitare gli accessi alla donazione in presenza di sintomi associabili a infezioni respiratorie, ivi compresa l’infezione da SARS-CoV-2.

 

In relazione al fabbisogno trasfusionale ed alla gestione delle scorte di emocomponenti, si raccomanda:

  • alle Strutture di Coordinamento per le Attività Trasfusionali (SRC) delle Regioni e Province Autonome di utilizzare la bacheca SISTRA per la segnalazione di eventuali carenze e di monitorare e potenziare le scorte strategiche regionali di globuli rossi, piastrine e plasma ad uso clinico, da destinare alla compensazione intra- ed inter-regionale, secondo quanto previsto dall’Intesa di Conferenza Stato-Regioni, n. 131 sul “Piano strategico nazionale per il supporto trasfusionale nelle maxi emergenze” (Rep. Atti n. 121/CSR del 7 luglio 2016);
  • alle SRC la massima intensificazione della promozione della appropriatezza nell’utilizzo clinico dei componenti labili del sangue;
  • alle SRC e alle Associazioni e Federazioni dei donatori volontari di sangue, di intensificare i rapporti di comunicazione fra l’ambito tecnico e quello associativo a livello regionale e locale, rapportandosi regolarmente con lo scrivente Centro nazionale, mediante sistemi e modalità operative che consentano la trasmissione in tempo reale di informazioni, anche previsionali, inerenti alla consistenza delle scorte trasfusionali ed alla eventuale necessità di effettuare convocazioni straordinarie dei donatori e pianificare sedute di raccolta addizionali.

 

Tenuto conto che le attività di donazione e raccolta del sangue e degli emocomponenti sono livelli essenziali di assistenza, che garantiscono la continuità del supporto trasfusionale a oltre 1.800 pazienti al giorno sul territorio nazionale, si raccomanda di coinvolgere le SRC nei processi decisionali strategici di livello regionale, correlati alla gestione dell’emergenza epidemiologica da SARS-Cov-2, che potrebbero avere un impatto sull’autosufficienza locale, regionale e nazionale.

 

Per eventuali dubbi e/o richieste sui criteri di sospensione la nostra Unità di Raccolta è a completa disposizione ai seguenti contatti:

Tel. 011 66.34.225 – 011 531166

CNS 491_25 feb 2020

+++ CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTO ATTIVITÀ DI RACCOLTA (Aggiornamento del 24/02/2020)+++

L’Unità di Raccolta Fidas ADSP, sulla base delle ultime disposizioni ricevute dalla Banca del Sangue della Città della Salute di Torino, comunica quanto segue:

  • al momento le attività di raccolta sangue e di emoderivati proseguono regolarmente, eventuali variazioni verranno comunicate tempestivamente attraverso i canali informativi ufficiali (Fidas ADSP, Regione Piemonte, Città della Scienza e della Salute);
  • I requisiti di accesso alla donazione restano invariati (DM. 11/2015).
    • Si ricordano in particolare:
    • Bisogna godere di buona salute;
    • È prevista una sospensione temporanea di 28 giorniper soggiorni in aree extra europee;
    • Influenza(affezioni di tipo influenzale): è possibile donare trascorsi 2 settimane dalla completa guarigione.

Il rispetto dei requisiti sopraindicati è fondamentale per la tutela e la salvaguardia del donatore e del ricevente.

Siamo perfettamente consapevoli della complicata situazione che sta colpendo il nostro Paese, ma è fondamentale ricordare a tutti l’importanza di non creare inutili allarmismi, e soprattutto che a fronte di un ipotetico rischio, l’eventuale assenza di sangue costituirebbe una condizione di emergenza ancora più grave.

Quindi, per tutti i donatori in buona salute… facciamo la nostra parte in questo difficile momento!

Per eventuali dubbi e/o richieste sui criteri di sospensione la nostra Unità di Raccolta è a completa disposizione ai seguenti contatti: Tel. 011 66.34.225 – 011 531166

Comunicato 01.2020 – Coronavirus_Aggiornamento attività di reccolta

X edizione del Premio giornalistico “FIDAS – Isabella Sturvi”

Il premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi” è giunto alla sua X edizione. Un traguardo importante per la FIDAS che ha sempre creduto in questo progetto, ma anche per il mondo dell’informazione che nel corso del tempo ha mostrato un crescente interesse verso questo premio nato nel 2010 ed intitolato alla memoria di Isabella Sturvi, a lungo responsabile dell’ufficio VIII, “Sangue e trapianti”, presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute.

Quest’anno sono state introdotte alcune significative novità. Il “premio giornalista emergente” si rivolgerà a giornalisti professionisti, praticanti e pubblicisti under 35. La scelta risponde alle indicazioni fornite dall’ISTAT, secondo le quali la popolazione giovanile è compresa tra i 15 ed i 34 anni inclusi. Per celebrare la X edizione del Premio, inoltre, verrà assegnato il premio alla carriera, riservato al giornalista che nella sua carriera si sia distinto per aver dimostrato un’attenzione continuativa nel tempo ai temi della donazione del sangue e degli emocomponenti.

Negli anni più di 300 giornalisti, tra professionisti e pubblicisti, hanno partecipato al premio e l’albo dei vincitori conta nomi illustri di giornalisti della televisione, della radio e della carta stampata.

I giornalisti che intendono partecipare al Premio dovranno far pervenire i propri lavori entro il 9 marzo 2020. La premiazione avverrà il 1° maggio 2020 ad Aosta, in occasione del Congresso nazionale FIDAS.

Per ulteriori informazioni scarica il Bando X Premio Giornalistico FIDAS Isabella Sturvi.

SI RIPARTE CON LA 8^ RASSEGNA TEATRALE IN PIEMONTESE – TEATRO BAUDI DI SELVE VIGONE

Organizzato da Fidas ADSP zona VI – programma allegato – si parte da sabato 25 gennaio 2020

Teatro Baudi di Selve Vigone

Via Vicolo del Teatro 1 – ore 21.00

Ingresso libero. Durante le serate sarà promossa una raccolta fondi per l’Associazione ALICANTO ONLUS e il nostro oratorio.

Vedi programmazione dal 25 gennaio al 28 marzo 2020

6 ante teatro-2020[vedi programma]

loc 2020[locandina evento]

FESTIVITA’ NATALIZIE – AVVISO AI DONATORI agg 17 dicembre 2019

Vi informiamo che gli uffici amministrativi e la segreteria di Via Ponza, 2 e di C.so Spezia,1, rimarranno chiusi nelle seguenti giornate:

venerdì 27 dicembre 2019;

lunedì e martedì 30 e 31 dicembre 2019.

martedì 24 dicembre chiusura uffici alle ore 13.00.

In quei giorni, invece, il Centro prelievi di Via Ponza, 2 sarà operativo e sarà possibile effettuare la donazione nei consueti orari, anche nella giornate di martedì 31 dicembre e martedì 7 gennaio, nella quale è prevista l’apertura straordinaria del centro prelievi.

Riepilogando, la sede prelievi di Via Ponza, 2 sarà aperta nelle seguenti giornate del periodo natalizio:

lunedì 23 dicembre dalle 8.00 alle 11.30

venerdì 27 dicembre dalle 8.00 alle 11.30

sabato 28 dicembre dalle 9.00 alle 12.00

lunedì 30 dicembre dalle 8.00 alle 11.30

martedì 31 dicembre dalle 8.00 alle 11.30

giovedì 2 gennaio dalle 8.00 alle 11.30

venerdì 3 gennaio dalle 8.00 alle 11.30

sabato 4 gennaio dalle 9.00 alle 12.00

news martedì 7 gennaio dalle 8.00 alle 11.30

Vi ricordiamo, inoltre, che gli uffici di via Ponza e Corso Spezia ed il Centro prelievi di Via Ponza, 2 rimarranno chiusi nei giorni delle Festività:

mercoledì 25 dicembre 2019;

giovedì 26 dicembre 2019;

mercoledì 1 gennaio 2020;

lunedì 6 gennaio 2020.

Buone Feste!

 


							

SOSPENSIONE DEI PROVVEDIMENTI PER LA TRASMISSIONE DELLA MALARIA

Con nota n. 3089 del 10/12/19 il CNS ha disposto la sospensione, a partire da domenica prossima 15/12, dei provvedimenti di sospensione dei donatori con anamnesi positiva per soggiorno nelle aree della Grecia prima indicate come a rischio malarico (provvedimento del 14/11/2018).

Maggiori informazioni sono disponibili ai seguenti link:

https://www.centronazionalesangue.it/node/695