Massiccia affluenza sabato 19 gennaio 2019 per l’apertura della settima rassegna in lingua piemontese presso il Baudi di Selve.

Momenti irripetibili quelli che hanno proiettato il pubblico tra le beghe terrene e le tematiche religiose portate egregiamente in scena dalla Compagnia teatrale la Bertavela grazie alla comicissima commedia “ Nusgnur a jè ma as ved nen” liberamente tratta da “ Dio c’è ma non si vede” di Denny Arrichiello. Bravi tutti gli attori che hanno saputo caratterizzare in modo non banale i vari personaggi della famiglia Buoncristiano al centro di una vera e propria tragicomica dai toni coloriti. Abbastanza dinamico il ritmo che ha reso il pubblico partecipe delle vicende dei protagonisti alle prese con il furto niente poco di meno che della chiave della porta Santa. La scoperta di essere venuto casualmente in possesso di questa preziosa reliquia, pone un dilemma per il protagonista Pio, definibile come un vero e proprio “ berlica balaüstre”, diviso tra il sentimento del dovere di riportare nella capitale il prezioso cimelio per salvare il Giubileo ed il timore di essere ucciso insieme ai suoi famigliari dal pericolosissimo boss Lampa, autore dell’importante furto. Una serie di espedienti vengono messi in atto per sfuggire all’ira del boss ed alla fine il problema viene risolto, anche se sul finale tutto a sorpresa, i guai di Pio  sembrano assumere un’altra piega che non lasciano certamente presagire un futuro tanto tranquillo né per lui né per i suoi cari.

Prossimo appuntamento con la seconda serata, sabato 9 febbraio 2019. Questa volta padroni della scena saranno gli interpreti della Compagnia Gli Improvvisati, che porteranno sul palco uno spettacolo che si presenta già nel titolo tutto un programma “La commedia dimenticata”. Un’opera decisamente innovativa e fuori dagli schemi che vedrà questa volta protagonista non sono gli attori sul palco, ma anche il pubblico in sala … Un vero e proprio esperimento teatrale dunque ci attende domani sera.

Doriana Nasi